Vistamarestudio è lieta di presentare Pensiero Spaziolungo la prima personale di Rosa Barba in galleria.

“Il lavoro di Rosa Barba è una sottile interrogazione e cooptazione del cinema industriale come soggetto, attraverso varie forme che potrebbero essere considerate “messe in scena”… L’effetto (del) suo lavoro mette in discussione e rivisita verità e finzione, mito e realtà, il metaforico e il materiale, fino a disorientare… una pratica concettuale che modifica anche la messinscena dello spettatore come un atto di radicale ed esilarante inversione – da recettori di un’immagine (soggetti a un controllo esterno) ci troviamo dentro e in mezzo alla sala macchine a guardare verso l’esterno.” (Ian White, 2011)

Al centro della mostra la nuova opera Drawn by the Pulse, una scultura cinetica muta di 35mm, che unisce ricerche astronomiche e tecniche cinematografiche. “Ero intrigata da come le stelle lavorano come un proiettore e da come Henrietta S. Leavitt lavorasse come un regista”. Girato all’Harvard Astronomical Observatory, il lavoro è dedicato alle ricerche dell’astronoma americana Henrietta S. Leavitt: l’osservazione, la quantificazione e il calcolo del colore e della luminosità delle stelle rese visibili sulle lastre di vetro fotografiche prodotte da due telescopi di Harvard.

Rosa Barba ha presentato i suoi oggetti scultorei, installazioni, performance dal vivo, interventi site specific e opere cinematografiche per quasi due decenni. Il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive, biennali e festival di cinema in tutto il mondo. Le mostre personali recenti includono Remai Modern, Saskatoon, Canada (2018); Tabakalera, San Sebastian (2018); Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Palacio de Cristal, Madrid (2017); Pirelli HangarBicocca, Milano (2017); Vienna Secession (2017); Malmö Konsthall (2017); CAPC Musée d’art contemporain de Bordeaux (2016-2017); Schirn Kunsthalle Frankfurt (2016); Albertinum, Dresden (2015) e MIT List Visual Arts Center, Cambridge, MA (2015). Il suo lavoro è stato ampiamente pubblicato, di recente, nei libri monografici Rosa Barba: From Source to Poem (2017, pubblicato da Hatje Cantz) e Rosa Barba: The Color Out of Space (2016, pubblicato da MIT List Visual Arts Center / Dancing Foxes). Rosa Barba ha ricevuto vari premi, tra cui il Premio Internazionale di Arte Contemporanea (PIAC) della Fondation Prince Pierre de Monaco (2016). Vive e lavora a Berlino.